Divina Commedia, guida all’opera di Dante Alighieri

Divina Commedia di Dante Alighieri, guida all’opera

La Divina Commedia è la più famosa opera letteraria mai scritta in lingua italiana, grazie a cui il suo autore Dante Alighieri è divenuto immortale nell’Olimpo della letteratura mondiale di ogni epoca. La Commedia Dantesca, in particolare l’Inferno, ha ispirato generazioni e generazioni di lettori nonché di altri scrittori e tuttora viene insegnata agli studenti liceali. Personalmente amo questa opera e ringrazio alcuni professori delle Superiori e dell’Università per avermi fatto appassionare meravigliosamente a questo libro.

Oggi dunque, in questo articolo, cercherò di rispondere brevemente alle domande più frequentemente poste sul web dagli utenti nella speranza che questa mini guida possa aiutarvi a risolvere qualche dubbio e ad alimentare la curiosità.

Quando è stata scritta la Divina Commedia?

La Divina Commedia è stata scritta probabilmente tra il 1304 e il 1321. L’Inferno fu redatto tra il 1304-5 (o 1306-7) e il 1309; il Purgatorio fu concluso verso il 1313; il Paradiso tra il 1316 e il 1321.

Quanto è lunga la Divina Commedia?

La Divina Commedia conta 14.233 versi suddivisi in 100 canti e tre cantiche. I vari canti vanno da un minimo di 115 a un massimo di 160 versi. L’Inferno ha 4.720 versi, il Purgatorio 4.755, il Paradiso 4.758.

Carta dell’Inferno secondo la visione di Sandro Botticelli

Che cosa rappresenta Dante nella Divina Commedia?

La Divina Commedia è un poema allegorico-didascalico, in cui Dante compie un viaggio immaginario nell’oltretomba cristiano per rappresentare il culmine della visione medievale del mondo in ottica cattolica.

In che lingua è stata scritta la Divina Commedia?

La Divina Commedia è stata scritta in lingua italiana. Grazie a questa opera, Dante è riconosciuto all’unanimità come “padre della lingua italiana”.

Chi ha dato l’aggettivo “Divina” alla Commedia?

L’aggettivo “Divina” fu coniato da Giovanni Boccaccio nel “Trattatello in laude di Dante”, scritto fra il 1357 e il 1362. Il primo stampatore a chiamarla così fu Gabriele Giolito de’ Ferrari nel 1555.

Giovanni Boccaccio, immenso estimatore di Dante e della sua opera

Quanto dura il viaggio di Dante? In che anno è ambientata la Divina Commedia?

Il viaggio di Dante nella Divina Commedia dura sette giorni e si svolge nella primavera del 1300.

Quanti sono i canti dell’Inferno dantesco?

L’Inferno dantesco conta 34 canti.

Quali sono i gironi dell’Inferno?

  1. Limbo – primo cerchio
  2. Lussuriosi – secondo cerchio
  3. Golosi – terzo cerchio
  4. Avari e prodighi – quarto cerchio
  5. Iracondi e accidiosi – quinto cerchio
  6. Eretici ed epicurei – sesto cerchio
  7. Violenti – settimo cerchio
  8. Fraudolenti verso chi non si fida – ottavo cerchio
  9. Fraudolenti verso chi si fida – nono cerchio
Nel mezzo del cammin di nostra vita
mi ritrovai per una selva oscura,
ché la diritta via era smarrita.

In quale emisfero si trova l’Inferno dantesco?

L’Inferno dantesco si trova sotto la città di Gerusalemme nell’emisfero settentrionale o boreale, formato dalle terre emerse.

Chi ha creato la Porta dell’Inferno nella Divina Commedia?

La Porta dell’Inferno è stata creata da Dio in funzione della giustizia della Trinità. Trinità composta da Padre (Divina podestate), Figlio (Somma sapienza), Spirito Santo (‘l Primo Amore). Canto terzo.

Che cosa c’è scritto sulla Porta dell’Inferno?

Sulla Porta dell’Inferno, nel terzo canto al nono verso, è presente la scritta: “Lasciate ogne speranza, voi ch’intrate“. Qui Dante, impaurito, viene preso per mano da Virgilio.

Illustrazione dal sito paolobarbieriart.com

Chi è la guida di Dante all’Inferno?

La guida di Dante all’Inferno è Virgilio, sommo poeta latino a cui si deve la realizzazione dell’Eneide, delle Bucoliche e delle Georgiche.

Cosa fa Caronte nella Divina Commedia?

Caronte è il traghettatore di anime attraverso le acque del fiume Acheronte. Nell’Eneide porta invece a compimento il suo lavoro sulle acque del fiume Stige.

Cosa rappresenta Cerbero nella Divina Commedia?

Cerbero è il mostruoso cane a tre teste posto a guardia dell’Ade. Si incontra nel sesto canto. Le tre teste simboleggiano la distruzione di passato, presente e futuro.

Illustrazione dal sito web paolobarbieriart.com

Chi è Minosse nella Divina Commedia?

Minosse è il giudice infernale ed entra in scena al secondo cerchio. Il numero di volte che piega la coda equivale al numero di gironi a cui uno sarà condannato.

Come è formato il Purgatorio?

Il Purgatorio dantesco si divide in Antipurgatorio, Purgatorio e Paradiso Terrestre. Comprende sette cornici equivalenti ai sette peccati capitali e il suo custode è Catone l’Uticense.

Quali sono le cornici del Purgatorio?

  1. Antipurgatorio
  2. Superbi – prima cornice
  3. Invidiosi – seconda cornice
  4. Iracondi – terza cornice
  5. Accidiosi – quarta cornice
  6. Avari e prodighi – quinta cornice
  7. Golosi – sesta cornice
  8. Lussuriosi – settima cornice

Chi è la guida di Dante nel Purgatorio?

Virgilio è la guida di Dante nel Purgatorio, a cui si affianca Stazio a partire dal ventunesimo canto. Stazio fu un poeta latino autore di Tebaide e Achilleide.

Quanti sono i canti del Paradiso?

Il Paradiso dantesco conta 33 canti, suddivisi in nove cieli e l’Empireo.

Quali sono i cieli del Paradiso dantesco?

  1. Spiriti mancanti ai voti – Luna (primo cielo)
  2. Spiriti attivi per la gloria – Mercurio (secondo cielo)
  3. Spiriti amanti – Venere (terzo cielo)
  4. Spiriti sapienti – Sole (quarto cielo)
  5. Spiriti combattenti per la fede – Marte (quinto cielo)
  6. Spiriti giusti – Giove (sesto cielo)
  7. Spiriti contemplanti – Saturno (settimo cielo)
  8. Trionfo di Cristo e Maria – Stelle fisse (ottavo cielo)
  9. Trionfo degli angeli – Primo Mobile (nono cielo)
  10. Empireo

Chi è la guida di Dante nel Paradiso?

Beatrice è la guida di Dante nel Paradiso fino all’Empireo. Qui la donna rientra al suo seggio nella Candida Rosa.

Qual è la prima edizione a stampa della Commedia Dantesca?

L’editio princeps a stampa della Divina Commedia fu conclusa a Foligno l’ 11 aprile 1472 da Johannes Numeister di Magonza ed Evangelista Mei di Foligno.

Ci sono film dedicati alla Divina Commedia?

Tra i film dedicati alla Commedia segnalo:

  • Francesca da Rimini (1907), William V. Ranous
  • Il conte Ugolino (1908), Giuseppe De Liguoro
  • Pia de’ Tolomei (1910), Mario Caserini
  • Dante e Beatrice (1913), Mario Caserini
  • Dante’s Inferno (1924), Henry Otto
  • Paolo e Francesca (1950), Raffaello Matarazzo
  • Paolo e Francesca (1971), Gianni Vernuccio
  • La divina Commedia (1991), Manoel de Oliveira
Paolo e Francesca

Ci sono canzoni o opere musicali dedicate alla Divina Commedia?

Tra le canzoni o opere musicali sulla Commedia dantesca vi segnalo:

  • Après une lecture de Dante: Fantasia quasi Sonata (1849), Franz Liszt
  • Dante – Symphonie (1856), Franz Liszt
  • Francesca da Rimini (1876), P. Chajkovskij
  • Francesca da Rimini (1906), S. Rachmaninov
  • Francesca da Rimini (1914), Riccardo Zandonai
  • Gianni Schicchi (1917-18), Giacomo Puccini
  • Inferno (1973), album dei Metamorfosi
  • Dante’s Inferno (1995), nell’album Burnt Offerings degli Iced Earth
  • Paradiso (2004), album dei Metamorfosi
  • From Hell to Heaven (2008), di A. Bezzon, A. Guarnieri, F. Castania
  • Argenti vive (2014), Caparezza
  • Una commedia divina (2015), 58o Zecchino d’Oro

Quali sono i videogiochi dedicati all’Inferno di Dante?

  • Dante’s Inferno (Beyond 1986) per Commodore 64
  • Tamashii no Mon – Dante no Shinkyoku yori (Koei 1993)
  • Devil May Cry (Capcom 2001), PlayStation 2
  • Bayonetta (Sega 2009) per PS3, XBox 360, Wii U
  • Dante’s Inferno (Visceral Games 2010)

Come si chiama lo spettacolo di Roberto Benigni su Dante e sulla Divina Commedia?

Tutto Dante è il titolo dello spettacolo di Roberto Benigni su Dante e la Commedia. Il debutto avvenne nel giugno 2006 al teatro romano di Patrasso in Grecia, dove declamò il canto di Ulisse.

Leggi anche le miniguide su Dante Alighieri e sulla cantica dell’inferno. Scopri qui invece le mie referenze e compila il form per una consulenza SEO.

2 commenti

Rispondi