Esercizi tennis a casa: quali svolgere?

Ai tempi del coronavirus. Questa frase, che pare stia divenendo un comune modo di dire, ha modificato radicalmente il nostro stile di vita, impedendoci tra le altre cose di dedicarci ai nostri hobby: uno tra tutti, il tennis.

Nel corso di un’emergenza di cui ancora non si intravede la fine, gli appassionati di questo meraviglioso sport, nell’attesa di poter tornare a sfogarsi e ad affrontarsi nei campi di gioco, possono consolarsi con una serie sterminata di esercizi da svolgere nei limiti della “quarantena”.

Ovviamente quelle riportate sono solo esemplificazioni. Per creare degli esercizi “in casa” basta una racchetta, un giardino, un muro e un po’ di fantasia.

Il muro: l’avversario più ostico

Quante volte, ascoltando le interviste di grandi campioni di tennis, abbiamo sentito rimarcare l’importanza del muro come primo importante sparring partner? Tutti i tennisti, almeno una volta nella vita, si sono confrontati con questo “solido” compagno e, se non si hanno avuto miglioramenti nella tecnica, di certo ci si è tenuti in forma, si sono migliorati i riflessi e si è allenata la concentrazione.

Sono svariati i modi in cui si può “affrontare” il muro: da solo, improvvisando un palleggio (volo rimbalzo), oppure sfidando il muro stesso, magari disegnando con un gessetto la parte superiore della rete, stabilendo ad esempio che il punto venga vinto dopo un tot di palleggi. Oppure si può imitare lo squash, allenandosi in coppia, rendendo il gioco molto più dinamico e competitivo.

Esercizi in giardino: da soli o in coppia

Con un giardino o altro terreno a disposizione, è possibile sbizzarrirsi con la fantasia. Creando una veloce rete fai-da-te sono infiniti gli esercizi che si possono inventare: palleggi a rimbalzo, fondo-rete, volo-volo. E si può trovare lo spazio anche per una piccola sfida, secondo il modello del classico “pittino”. Per evitare di lanciare la palla nel giardino dei vicini o di rompere un vetro si può ricorrere a palline mid o depressurizzate.

Esercizi in appartamento: scalini e lancio di palla

Nel caso non si abbia possibilità di accedere all’esterno, un utile compagno di esercizi può essere rappresentato (senza esagerare) dagli scalini della propria abitazione. Anche in questo caso vi sono numerose varianti, tra cui quella di percorrere la scalinata – in salita tanto in discesa – magari con la racchetta in mano, concludendo con uno split step sul piano e la simulazione di un fondamentale (diritto, rovescio).

E per chi non possedesse giardino, terreno, terrazzi? In questo caso le ipotesi non sono molte, se non dei blandi palleggi con una pallina di gommapiuma (ma forse vostra moglie non sarebbe molto contenta di vedervi sporcare il muro).

Oppure sarebbe una buona occasione per allenare il lancio del servizio. Quest’arma è molto sottovalutata e a torto: si tratta di un segmento tecnico fondamentale per una perfetta esecuzione. Un consiglio utile: eseguite il lancio in modo molto lento, cercando di riprendere la palla nella
mano rimasta in alto
, simulando così la prima parte dell’esecuzione del servizio. La vostra battuta trarrà parecchi benefici.

Articolo scritto da Franco Fusè (giocatore e istruttore di tennis) – SEO by Riccardo Tempo

Desideri contattarci? Ecco la pagina dei contatti.

Rispondi